Gemini Festival 2.0 – “Assalto al cervello” con Radio Rogna e Tiziana Barillà

Ad un anno dal primo Gemini Festival di Perugia, la redazione di Radio Rogna  ha fatto un punto  “quasista e titubante” sugli eventi trascorsi, mettendo in atto  uno stimolante  radiomatch che si è imbattuto in una tempesta di argomenti e di voci.

 

Un vero e proprio “assalto al cervello” , sempre più pressante che non ha offerto risposte e neppure scampo.

Tanti gli argomenti trattati, dalla pandemia alla scuola passando per il lavoro, la società attuale, l’ambiente e la tecnologia, per poi affrontare temi delicati come: migranti, carcere,  linguaggio e comunicazione…

Questo è il duro, ma appagante,  lavoro di una redazione di un network di  radio indipendenti“, ci confidano Simone, Walter e Danilo che in questo lungo radio-racconto si sono avvalsi dell’apporto illuminante di  una delle voci più appuntite del nostro contemporaneo: Tiziana Barillà.

Con la giornalista e scrittrice calabrese,  l’assalto al cervello ha avuto il suo epilogo parlando di fascismi, pensiero libertario, autorganizzazione/autodeterminazione e alti livelli d’invisibilità.

Due nomi su tutti: Becky Moses e Gaetano Salvemini, la prima è la protagonista delle storie meno raccontate della già poco raccontata vicenda di Mimmo Lucano e del Modello Riace, il secondo nome è quello di un pensatore antico ma spietatamente attuale.

Un viaggio non adatto a “deboli di cervello”, fatto di voci diverse e spesso lontane, accomunate da un unico  denominatore: un punto di domanda.

L’assalto al cervello ha avuto diverse fonti, ve ne citiamo alcune:

Il mondo che vorrei – Viareggio

Umanesimo digitale

Note di Grondacci blogspot

www.acaditalia.it

Sobre america latina

Amnestysp

Sciopero italpizza

Athamantaa

Tiziana Barilla

Mimì Capatosta – Mimmo Lucano e il modello Riace

Non mollare il film

 

Leave a Comment