TRANSfemmINonda 3.09 – Stati GENDERali: torniamo a fare rumore

la rabbia #QUEER costruisce il futuro

Il movimento #moltopiùdiZan convoca gli Stati GENDERali a Roma l’11 e 12 dicembre 2021

In questa puntata ne parliamo con Babs di Rivolta Pride Bologna, Luca dei conigli bianchi, Enrico del Palermo Pride, Vitto di MIlano Check Point

L’esperienza della rete e delle piazze territoriali e nazionali con cui si è scesə in piazza a Roma il 15 maggio, la rabbia per la violenza sistemica che colpisce quotidianamente la comunità, quel vergognoso applauso preceduto da discorsi violenti all’affossamento del disegno di legge conosciuto come DDL Zan, la totale assenza nel dibattito delle soggettività interessate offre il contesto per una forte ripresa delle lotte.

Ancora una volta, associazioni, collettivi, assemblee, movimenti e singol* da tutto il paese si riuniscono in una grande assemblea per dare avvio ad un nuovo processo politico che rappresenti gli Stati Genderali del movimento.






L’educazione e la formazione, il riconoscimento della genitorialità, la giustizia riproduttiva, l’accesso al lavoro e al welfare, la salute dal punto di vista LGBTQIA+ e delle persone con disabilità, i servizi e l’accoglienza per le persone LGBTQIA+ razializzate, la visibilità e il riconoscimento di tutte le identità della nostra comunità, i percorsi di fuoriuscita dalla violenza, gli sportelli, le case rifugio, l’HIV, l’IST e l’AIDS, l’autonarrazione e la comunicazione, l’autodeterminazione di genere e l’intersezionalità delle oppressioni saranno i temi delle laboratorie e delle plenarie di questa due giorni. Ritornano così anche i temi evidenziati nei TDOR e nella trans freedom march del 20 novembre, nella settimana transfemminista fino al 27 Novembre 2021, in convergenza con la lotta alla violenza sistemica e strutturale.

Un luogo di scambio di saperi, pratiche e immaginari per portare avanti le battaglie e le istanze delle nostre soggettività a partire dai nostri bisogni e desideri per darci una cornice di rivendicazioni comuni che sia in grado di connettere e potenziare le battaglie dei movimenti che attraversiamo. Per scambiare pratiche e lotte comuni a partire dal riconoscimento della matrice patriarcale, dunque strutturale e sistemica, della violenza di genere e dei generi e di quella abilista. Un nuovo punto di partenza per implementare un cambiamento culturale e sociale di cui non possiamo fare a meno. 

Per partecipare all’assemblea e ai tavoli tematici https://forms.gle/qcBVnYA1PRoocfQMA

mail di contatto per partecipare al processo di costruzione degli Stati GENDERali: moltopiudizan@gmail.com 

TRANSfemmINonda del 4/12/2021 – Stati GENDERali: torniamo a fare rumore

  • Este cuerpo es mio – Rebeca lane
  • Antipatriarca – Ana Tijoux
  • Ain’t Got No, I Got Life – Nina Simone
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com